Intervista di Sofia Boesch Gajano a Jacques Le Goff

Nel corso dei miei soggiorni a Parigi, brevi o lunghi che fossero, non mancavo mai di fare una telefonata a Jacques Le Goff chiedendogli se potevo andare a salutarlo. Questi incontri nel suo studio sono tutti indimenticabili per l’accoglienza sempre affettuosa e festosa, malgrado le condizioni di salute non buone, per la vivacità della conversazione, per la generosità intellettuale e più generalmente umana, che si confermava come il tratto più significativo della sua personalità, di cui avevo avuto tante prove dal momento in cui lo avevo conosciuto.

La visita del 30 maggio 2012 era stata concordata telefonicamente già da Roma. Gli avevo infatti chiesto se era disposto a fare una piccola intervista destinata a essere pubblicata nella rivista «Sanctorum». Dopo il suo assenso, avevamo convenuto di incentrarla sul suo volume A la recherche du temps sacré. Jacques de Voragine et la Légende dorée, che mi aveva gentilmente inviato. Il tema mi era sembrato di particolare interesse per i nostri lettori, per gli studiosi di agiografia e di storia religiosa in generale.

Avevo preparato una scaletta, di cui il mio computer ha conservato traccia: l’interpretazione della Legenda Aurea come opera unitaria; il tempo (pensando al mitico “tempo della Chiesa e tempo del mercante”); il rapporto agiografia e storia; la storia di genere. Ma la scaletta mi è servita a poco di fronte all’inarrestabile flusso di idee, interpretazioni, riflessioni, di cui potevo godere anche senza sollecitarle.

Da quel lontano 30 maggio sono passati giorni, mesi, anni. Nel frattempo Jacques ci ha lasciato: mi dispiace di non averlo ancora ringraziato a nome mio e dell’AISSCA.

Poter risentire la sua voce è un’emozione e ci permette di ricordarlo da vivo.

Sofia Boesch Gajano

Contenuto dell’intervista:

1- la Legenda aurea come opera d’autore e non solo come raccolta di racconti agiografici [00:00:24]; tempo divino e tempo umano [00:01:30]; i santi della Legenda come «marqueurs du temps» [00:09:20];

2 – l’incontro con le fonti agiografiche da parte dello storico [00:12:00]; il santo come fenomeno peculiare del cristianesimo [00:13:38];

3 – la figura femminile nella Legenda aurea e la concezione della donna nei secoli centrali del Medioevo [00:15:25];

4 – la storia delle donne e la gender history [00:24:28].

ASCOLTA L’INTERVISTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *