Laboratorio di Agiografia
Filologia, edizione, interpretazione delle fonti
III edizione

Il Laboratorio si propone di introdurre i giovani studiosi alle tecniche, ai metodi, alla cultura dell’edizione delle fonti agiografiche, organizzando corsi di durata annuale, che prevedono lezioni frontali a carattere interdisciplinare ed esercitazioni pratiche sui testi. Trattandosi di un Laboratorio di alta formazione, possono accedere al corso coloro che sono in possesso di un diploma di laurea (quadriennale o specialistica o magistrale) o di un analogo titolo accademico conseguito all’estero, equiparabile per durata e contenuto al titolo italiano. L’ammissione al Laboratorio sarà stabilita dai coordinatori in base ai titoli e ai curricula dei candidati.
 .
Scadenza iscrizioni: 30 settembre 2018

Approfondisci

Cantieri dell’agiografia

“Cantieri dell’agiografia”
III edizione
16-17-18 gennaio 2019

Invito a presentare seminari tematici / Call for panels

Biblioteca Angelica
Piazza Sant’Agostino 8, Roma

I Cantieri dell’agiografia hanno lo scopo di favorire lo scambio scientifico tra gli studiosi e di far emergere i principali o più innovativi campi di ricerca e orientamenti metodologici degli attuali studi agiografici. L’evento si svolge ogni anno nel mese di gennaio e prevede la presenza di seminari tematici (panels), composti da un numero limitato di relatori – da tre a cinque, ciascuno con un tempo di 20 minuti a disposizione – coordinati da un proponente e con un discussant designato dal Comitato scientifico. I progetti pervenuti saranno vagliati dal Consiglio Direttivo dell’AISSCA in base alla loro originalità e rilevanza scientifica, all’omogeneità del tema, alla capacità di confrontarsi con il dibattito storiografico nazionale e internazionale.


In considerazione del numero e della qualità delle proposte pervenute, il convegno è stato prolungato da due a tre giorni (16-17 e 18 gennaio).
Due to the large number and the high level of the proposals, the schedule-time of the congress has been extended from two to three days (January 16, 17, 18, 2019).

Di seguito pubblichiamo l’elenco dei panel ammessi alla III edizione:

1. Circulation manuscrite et transformations de l’hagiographie dans la péninsule Ibérique du haut Moyen Âge (Ve-XIIe s.)
Proponente: Fernand Peloux

2. Agiografia e costruzione della memoria monastica nel Mezzogiorno (XII secolo)
Proponente: Amalia Galdi

3. St. Thomas Aquinas and Hagiography
Proponente: Innocent Smith

4. Rediscovering Sanctity across Europe
Proponente: Gábor Klaniczay

5. Santità e mistica femminile: un discorso politico dalla prima età moderna all’epoca contemporanea
Proponente: Elisabetta Lurgo

6. La figura del santo giovane fra tardo Medioevo ed età contemporanea
Proponente: Alessandro Serra

7. La costruzione dell’identità. Ordini mendicanti e processi di canonizzazione
Proponente: Alessandra Bartolomei Romagnoli


Precedenti edizioni

I Cantieri dell’agiografia – II edizione (Roma, Biblioteca Angelica, 17-18 gennaio 2018)
→ Scarica la brochure

I Cantieri dell’agiografia – I edizione (Roma, Biblioteca Angelica, 11-12 gennaio 2017)
→ Scarica la brochure

Approfondisci

Call for papers
Hagiographic rewritings. The construction of royal sanctity in Scandinavia

The conference “Riscritture agiografiche. La costruzione della santità regale in Scandinavia – Hagiographic  rewritings. The construction of royal sanctity in Scandinavia”, which will be held at Sapienza University of Rome, focuses on the development of hagiography both in Latin and vernacular works in medieval Scandinavia after the Conversion to the new faith and the emerging of Christian monarchies. In particular, it aims at highlighting the links between kingship and sanctity also in a comparative view with the saintly kings of the European tradition. The conference is organised bythe Chair of Germanic Philology under the auspices of the Department of Storia, Culture, Religioniand the patronage of AISSCA – Associazione italiana per lo studio della santità, dei culti e dell’agiografia.

Scadenza invio proposte: 15 giugno 2018

Approfondisci

Call for papers “Northern Lights: Late Medieval Devotion to Saints from the North of England”

Despite widespread interest in the cults of northern English saints (600-1200) in the early middle ages, comparatively little work has been carried out on the ways in which these cults evolved between 1300 and 1500. This international conference aims to shed new light upon this understudied period. Focussed on the cults of Bede’s lauded northern saints (Cuthbert, Hilda, Aebbe, Ninian, Aidan, Oswald, John of Beverley, and others), alongside early post-conquest saints in the same northern tradition (Godric of Finchale, Robert of Knaresborough, Aelred of Rievaulx, William of York, etc.), this conference will examine the ways in which these northern saints were remembered and venerated between 1300 and 1500. Pursuing an interdisciplinary approach, it will take account of new textual, architectural, artistic, and liturgical productions, pilgrimage cultures, and shrine economies, the relations of northern saints to their monastic custodians and local communities, and their utilisation to serve regional and national agendas.

Scadenza invio proposte: 15 settembre 2018

Approfondisci

Call for Papers
Novel Saints. Novel, Hagiography and Romance from the 4th to the 12th Century

The early history of the novel has not been written yet. The oldest representatives of this genre (also called ‘ancient romances’ in scholarship) were written in Latin and Greek in the first few centuries of the Common Era. Often, scholars have observed an interim period between the fourth and twelfth centuries from which no novels are said to have been preserved, and identify a so-called ‘re-emergence’ of the genre in Byzantium. Building on recent research that studies hagiography as literature, this conference of the ERC project Novel Saints (Ghent University) aims to challenge this view by studying hagiography as a continuation of novelistic literature during the so-called ‘dark age’ of the novel.

Scadenza invio proposte: 15 aprile 2018
→ Bando completo (ENG)

Approfondisci

Call for papers “Neighbours or Strangers? Conflict, Negotiation, and Collaboration in Multicultural Communities”

The conference aims at concentrating on social and cultural interaction within and between multi-ethnic and multilingual communities, groups and individuals, minority (minorities) and majority. Cooperation, toleration, and coexistence was an everyday necessity in Ancient and medieval societies. On occasion, however, these would turn into the opposite: suspicion, conflict, and violence, enhanced by power struggles and prejudices. All these had a central influence on social dynamics, negotiations of collective or individual identity, definitions of ethnicity, and shaping of legal rules. What was the function of multicultural and multilingual interaction in various contexts: did it create and increase conflicts, or was it rather a prerequisite for survival and prosperity?

Scadenza invio proposte: 31 dicembre 2017
→ Scarica il bando completo

Approfondisci

Assegno di ricerca “Nuovi modelli di santità: studio di testi normativi sulla santità e sulla canonizzazione promulgati dalla Chiesa cattolica tra il XVI e il XX sec.”

La posizione ricercata è parte di un progetto ERC Starting Grant ospitato dall’Università di Torino e intitolato “NeMoSanctI – New Models of Sanctity in Italy (1960s-2010s). A Semiotic Analysis of Norms, Causes of Saints, Hagiography, and Narratives”. Il progetto, diretto dalla Principal Investigator Jenny Ponzo, studia i modelli di santità emersi dopo il Concilio Vaticano Secondo, concentrandosi in particolare sulla loro rielaborazione nella cultura italiana. La ricerca coinvolge una pluralità di generi testuali (testi normativi, giudiziari e narrativi), che vengono analizzati con un metodo ispirato alle teorie semiotiche e basato sullo studio dei valori. In questo contesto, l’assegnista si occuperà specificamente dell’analisi di un corpus di testi a carattere normativo che definiscono il concetto di santità e le procedure di canonizzazione nella Chiesa Cattolica, dal Concilio di Trento fino al XX secolo.

Scadenza invio domande: 28 novembre 2017
→ Bando completo
Info sul progetto: https://nemosancti.wordpress.com/jobs/

Approfondisci

Call for papers “Imagopapae”

Le congrès est consacré à la figure du pape entre passé et présent. Le pape est l’évêque de Rome, le vicarius Christi, le successeur du prince des apôtres, le serviteur des serviteurs de Dieu, le souverain pontife de l’Eglise universelle, mais aussi le primat d’Italie et le souverain de la Cité du Vatican. Dans ces titres, énumérés par l’Annuaire pontifical 2017, on trouve condensés les résultats d’années de réflexion (pas toujours pacifiques) sur le rapport dialectique entre pouvoir spirituel et pouvoir temporel.
Au travers des écrits, des images, des actes politiques et des gestes liturgiques, le pape, depuis le Moyen Age jusqu’à aujourd’hui, exprime le sens de sa mission terrestre qui, entre innovation et conservatisme, l’amène à être une personnalité politique et une autorité religieuse sans équivalent dans d’autres religions.

Scadenza invio proposte: 4 dicembre 2017
→ Scarica il bando completo (francese)

Approfondisci

Call for papers: “Apparizioni e rivoluzioni. L’uso pubblico delle ierofanie nelle trasformazioni politiche e sociali dal tardoantico all’età contemporanea”

Il Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Torino lancia un call for papers per un convegno sul tema “Apparizioni e rivoluzioni. L’uso pubblico delle ierofanie nelle trasformazioni politiche e sociali dal tardoantico all’età contemporanea”, che si terrà a Torino nei giorni 7-9 novembre 2018. L’intento è verificare, in un contesto geografico (europeo ed extraeuropeo) e cronologico (tardoantico – Novecento) molto ampio, se e con quali modalità le rivoluzioni siano state accompagnate da fenomeni ierofanici (mariofanie, cristofanie, agiofanie…).

Scadenza invio proposte: 31 dicembre 2017
Scarica il bando completo (ITA/ENG)

Approfondisci

CFP Colloquio Internazionale “Alter/ego. Confronti e scontri nella definizione dell’altro e nella determinazione dell’io”

L’altro: il “non io”, il “diverso da me”, colui che non appartiene all’orizzonte o all’identità collettiva definita genericamente “propria”. Sono tanti i nomi dati a un tema che da sempre è presente nella coscienza umana – in ogni epoca, luogo, accezione sociale. Oggi più che ieri possiamo parlare di un mondo che scorre verso l’altro, nell’epoca in cui le distanze sembrano annullarsi, gli scambi sono fluidi e gli individui hanno la possibilità di entrare ripetutamente e facilmente in contatto con realtà diverse e lontane dalla propria.
L’interazione io/altro può essere intesa come momento di incontro, che permette il superamento di un limite, o come luogo di scontro, delineando una situazione conflittuale. In ogni caso, esso impone all’io una definizione e rappresentazione dell’altro, attraverso un procedimento spesso oppositivo. Non solo: l’incontro/scontro con l’altro può portare – e di fatto porta – ad una rivalutazione e ridefinizione dello stesso io.

Scadenza invio proposte: 1 settembre 2017
Bando completo: ITA ENG

Approfondisci